ROMACAPITALENEWS: TORTORA, AMBROGIO CRESPI A “IL TEMPO”, UN FILM CHE STA CON LA BUONA GIUSTIZIA

“Questo è un film che sta con la buona giustizia, che muove le coscienze”. CosìAmbrogio Crespi in un’intervista su Il Tempocommenta la sua vittoria al Salento Film Festival. ”Enzo Tortora una ferita italiana” è un docufilm che ripercorre la storia umana e giudiziaria di chi invece è stato simbolo della malagiustizia. “Forse non è solo un caso se il giudice Diego Marmo, dopo 30 anni, ha rilasciato qualche giorno fa un’intervista su ‘Il garantista‘, chiedendo scusa alla famiglia Tortora”, continua ancora il regista, che ricorda come il fatto sia avvenuto “poco dopo che il film venisse lanciato in video da Michele Anzaldi (Pd)”.

Il fatto che un pm chieda scusa pubblicamente “è un grande segnale ” per Crespi, che da oltre un anno va in giro per tutta Europa, battendosi contro la malagiustizia. ”Marmo può essere primo di una lunga serie,simbolo della malagiustizia, che riconosce i suoi errori“. Un modo per far capire alla gente “che si può sbagliare e chi sbaglia chiede scusa, se non paga per gli errori commessi“.

Continua a leggere su Romacapitalenews

Login

Welcome! Login in to your account

Remember meLost your password?

Lost Password