RIMINITODAY.IT: DOPO 4 MESI RIAPRE IL COCORICO’. LO SPOT DOCUMENTO DI AMBROGIO CRESPI

Presidio medico permanente e oltre 100 telecamere di sorveglianza, allestita una camera di “decantazione” e ingresso vietato ai minori
Tutto pronto sotto la piramide di Riccione che, dopo i 4 mesi di stop imposti dal Questore di Rimini per la morte di Lamberto Lucaccioni, riapre i battenti. Per presentare il “nuovo” Cocoricò è stata fatta una conferenza stampa a Roma nel corso della quale la discoteca riccionese ha illustrato gli impegni presi per evitare nuovi malori o decessi causati dal mix di alcol e stupefacenti. Oltre al presidio medico permanente e alle oltre 100 telecamere che già operano nel locale, è stata allestita una sala di “decantazione”, dove potersi rilassare, parlare, comunicare, e sono state separate le serate dedicate ai maggiorenni da quelle riservate ai minorenni che avranno accesso al Cocoricò solo in alcune notti durante l’anno a loro esclusivamente dedicate e ovviamente senza alcol.

A tutto questo, il Cocoricò ha aggiutno uno uno spot-documento, prodotto da OnlyouAdv, con la regia di Ambrogio Crespi (“Enzo Tortora – Una ferita Italiana”, “Le ali del falco”, “Malaterra”) che ha curato anche lo “speciale” destinato al web dell’evento tenuto a ferragosto sotto la piramide “Accendi la musica Spegni la droga”, che sarà il claim che accompagnerà la discoteca per i prossimi mesi. La presenza in conferenza stampa del Principe Maurice è la testimonianza di una presa di posizione che l’artista, simbolo delle notti del Cocoricò, rappresenta e incarna. Con Fabrizio De Meis, patron del Cocoricò, si rafforzano in modo più marcato le prese di posizione che consegnano un indirizzo nuovo al di là degli slogan.

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password