IL VELINO: CINEMA, CRESPI, ALTRO RICONOSCIMENTO PER TORTORA AL NAPOLI FILM FESTIVAL. UN GRANDE TRIBUTO

 

Con lungo applauso si è chiusa la terza serata di “Schermo Napoli”, sezione dedicata ai documentari all’interno del  Napoli Film Festival.  L’ultimo film in rassegna è stato “Enzo Tortora – una ferita italiana” del regista Ambrogio Crespi, prodotto dal Gruppo DataMedia. “Ringrazio il Napoli Film Festival per avermi invitato e per aver dato al film uno spazio così importante e prestigioso”. Commenta il regista Ambrogio Crespi.  “Uno spazio non solo di immagine ma soprattutto uno spazio di sensibilità e di ricordo da trasmettere alle nuove generazioni. Una sensibilità che il Festival del cinema di Roma non ha avuto – aggiunge Crespi. Quello di stasera è stato un momento per ricordare un uomo, Enzo Tortora, la sua famiglia e il suo caso giudiziario, forse tra i più eclatanti in Italia. Essere qui – continua il regista – significa tributare un altro grande riconoscimento al film e alla memoria di Tortora che da quella vicenda giudiziaria ne uscì fuori distrutto. Un caso che aprì un serio dibattito sulla giustizia e sui pentiti che ancora oggi, a distanza di oltre trenta anni, non si è ancora concluso. Credo – conclude Crespi – che il dovere di ognuno di noi sia quello di trasmettere con il proprio esempio e con la propria vita un ricordo, mi auguro davvero che con questo film sia riuscito a mantenere viva la sua memoria e la sua storia”. Insieme al film di Crespi sono stati presentati i lavori di Giacomo Fabbrocino, “Christian Leperino: Landscapes of Memory” e il documentario sulla Terra dei Fuochi di Thomas Wild Turolo dal titolo “Ogni singolo giorno”.

Fonte Il Velino

Login

Welcome! Login in to your account

Remember meLost your password?

Lost Password