Il progetto ‘Ora Basta’ al premio di Qualiano ’19 luglio 1992, Terra Viva, dalla parte della legalità’

“Con il progetto ‘Ora Basta’ saremo a Qualiano, per continuare nel percorso di costruzione della speranza e per lavorare sul futuro delle nuove e giovani generazioni”. Così il regista Ambrogio Crespi sulla partecipazione alla seconda edizione del premio Nazionale “19 luglio 1992, Terra Viva, dalla parte della legalità”.

Parteciperanno nel napoletano, El Koyote, Palù, El Barrio, Michele Sbam, Kiaman, Blaak Jack, Red Family. Presenteranno, infatti, il progetto ‘Ora Basta’. Iniziativa nata da un’idea del regista Ambrogio Crespi, una produzione musicale di Michele Sbam
Il progetto ha il patrocinio morale della Fondazione Onlus ‘A Voce d’e creature’ di Don Luigi Merola ed i fondi raccolti dall’iniziativa e dai diritti della canzone, saranno destinati a progetti per la tutela e l’inclusione dei più piccoli.

Dunque, al fianco dell’Associazione ‘Terra Viva’. L’associazione, anche quest’anno, in occasione della commemorazione della strage di via D’Amelio in data 19 luglio 2019, assegnerà il premio in oggetto.

La cerimonia di premiazione si terrà in Qualiano (NA) presso il monumento alla memoria delle vittime della criminalità organizzata, all’interno della villa Comunale (via Avv. Antonio Palumbo). L’appuntamento è per il 19 luglio alle ore 18.

L’evento è patrocinato dal Comune di Qualiano e dalla Polizia di Stato.

L’evento verrà condotto dal Giornalista professionista Peppe Iannicelli, volto noto di Canale 21, dalla Giornalista professionista Barbara Pavarotti, già giornalista presso il TG 1 ed il TG5, il Professor Angelo Zanfardino responsabile dell’Ufficio Stampa dell’Associazione Terra Viva.

La seconda edizione del premio Nazionale “19 luglio 1992, Terra Viva, dalla parte della legalità” ha protagonisti eccellenti che riceveranno il riconoscimento.
Il Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Catanzaro, Dottore Nicola Gratteri, il Dottore Gaetano Pecoraro Giornalista del programma televisivo le Iene, poi ancora Nicola Simone e Nuccio Azzarà, sindacalisti che per primi hanno denunciato lo scandalo della sanità Calabrese.

Ci saranno ancora la piccola Noemi ed i suoi genitori, mamma Tania e papà Fabio, rappresentati dal loro legale Avvocato Angelo Pisani, la signora Antonella Leardi, Presidente dell’associazione Ciro Vive, madre del giovane Ciro Esposito, tifoso Napoletano assassinato nel 2014 a margine di un incontro calcistico.

Numerosi saranno gli ospiti politici ed istituzionali, i rappresentati della società civile tra cui La professoressa Maria Luisa Iavarone, Il Professore Fulvio Gigliotti membro del CSM, il dottore Alessandro Amitrano, segretario dell’ufficio di presidenza della Camera dei Deputati, la Senatrice Maria Domenica Castellone, la Senatrice Sabrina Ricciardi, l’europarlamentare Isabella Adinolfi, la deputata Conny Giordano, l’onorevole Edmondo Cirielli, l’associazione Partenope Unita, l’associazione Itaca ritorno allo sport, l’associazione Artur-adulti responsabili per un territorio unito contro il rischio. Significativa la presenza degli amministratori comunali e delle giunte. Diverse saranno le presenze tra le forze dell’ordine.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password