“ENZO TORTORA, UNA FERITA ITALIANA”, LE REAZIONI DEL PUBBLICO DOPO LA PROIEZIONE ALL’ARA PACIS – VIDEO

Proiezione del docufilm di Ambrogio Crespi all'Ara Pacis9

Dopo la proiezione all’Ara Pacis del docufilm su Enzo Tortora, le reazioni del pubblico in sala sono state molto positive. Ecco di seguito un articolo del Clandestinoweb in cui si racconta della serata del 21 novembre.

Il 21 novembre, il docufilm “Enzo Tortora, una ferita italiana” per la regia di Ambrogio Crespi e la produzione del Gruppo Datamedia è stato proiettato in uno dei luoghi simbolo della cultura romana: l’Ara Pacis, registrando un tutto esaurito e un ottimo riscontro da parte degli spettatori in sala.

Quella di Enzo Tortora, come ha spiegato a margine della proiezione l’assessore alla Cultura di Roma, Flavia Barca, è una storia significativa che meritava di essere raccontata e divulgata “perché ricorda un tratto negativo della storia italiana, un caso emblematico che deve essere conosciuto il più possibile in modo che non riaccada in futuro”.

E la risposta del pubblico è stata estremamente positiva; fermati al termine della proiezione, molti degli spettatori hanno espresso la loro commozione nel rivedere sullo schermo la storia di un personaggio che è diventato un simbolo della malagiustizia in Italia. Dopo il successo della Camera, commozione e applausi hanno caratterizzato anche la proiezione romana. E sono stati in molti ad auspicare non solo che una simile vergogna si ripeta, ma anche che il docufilm di Ambrogio Crespi venga proiettato nelle scuole e sia utilizzato per sensibilizzare tutti gli addetti ai lavori.

Fonte: Clandestinoweb

Login

Welcome! Login in to your account

Remember meLost your password?

Lost Password