“BEFORE THE FLOOD” IL DOCUFILM SULL’AMBIENTE DI LEONARDO DI CAPRIO

Dopo tre anni di lavoro è uscito il docufilm del regista premio Oscar Fisher Stevens, realizzato da Leonardo Di Caprio.

Un Di Caprio assolutamente diverso da quello che siamo abituati a vedere; ci lasciamo alle spalle il ragazzo sul Titanic per conoscere questo uomo impegnato nel sociale, che mette alla luce non il personaggio pubblico ma l’ambientalista che vive in lui da sempre e messaggero di pace Onu sul Climate Change che documenta per quasi tre anni la drammatica situazione climatica mondiale, girando per due anni l’intero pianeta visitando le zone devastate dal cambiamento climatico.

di-caprio-before-the-flood“Before the flood” è un docufilm d’eccellenza, che vede la partecipazione anche di Martin Scorsese.

I tagli delle telecamere sono velocissimi e rendono il film attrattivo, i primi piani e i colori sono incredibili; nessuna immagine statica, la musica accompagna le parole, senza lasciare mai vuoti sonori.

Un docufilm importantissimo, che sveglia le coscienze, con una costruzione narrativa straordinaria.

Questo film non annoia, anzi il tema e le immagini ti tengono letteralmente incollato allo schermo.

Di Caprio è il filo conduttore di tutto il film; lui racconta ed intervista le più alte cariche mondiali, incontrando diverse persone che ricoprono più ruoli, da climatologi ad astronauti, passando anche dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama a Papa Francesco.  

before-the-floood-di-caprio-e-obamaTutto questo porta ad un drastico cambiamento positivo del genere “documentaristico”.

Un passaggio altissimo che apre le porte ai docufilm, quel genere di cui mi occupo già da qualche anno e che purtroppo in Italia ancora viene visto poco. Mi auguro che nel nostro paese si prenda esempio da questo docufilm.

Sono sempre convinto che parole ed immagini debbano essere accompagnate da musica di sottofondo che abbraccia e trasporta lo spettatore in un fantastico viaggio.

Spero quindi che dopo questo lavoro di Di Caprio anche il nostro paese apra le porte a questo genere di film.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember meLost your password?

Lost Password