ADNKRONOS: GIGI D’ALESSIO CANTA LA “MALATERRA”, ESCE IL NUOVO ALBUM E PARTE IL TOUR

Venerdì esce ‘Malaterra’, il nuovo album del cantautore partenopeoGigi D’Alessio e mercoledì, dal Palazzo dei Congressi di Lugano, inizierà ‘Malaterra Il Tour’ che si chiuderà a Napoli il prossimo 21 giugno dopo aver toccato diverse tappe anche all’estero tra cui Marsiglia, Londra, Zurigo, Mosca e Tokyo. In ‘Malaterra’ D’Alessio si misura con il più classico repertorio napoletano riarrangiato insieme a Adriano Pennino. Una tracklist ricca di canzoni cantate in collaborazione con alcuni dei più grandi artisti e musicisti di sempre.

Gianni Morandi che duetta con D’ Alessio in ‘Una sera e Maggio’,Renato Carosone nel duetto virtuale di ‘Io mammeta e tu’, Chris Botti, il trombettista di Frank Sinatra, Barbra Streisand, Sting e Paul Simon, capace di creare un’atmosfera unica con la voce di Gigi in ‘Indifferentemente’, sono molte le partecipazioni all’album. La London Orchestra che negli studi Abbey Road ha orchestrato i brani di ‘Malaterra’. Michael Thompson, gia’ con Michael Jackson, Madonna, Cher e molti altri è protagonista con la sua chitarra nel brano ‘O Sarracino’. L’album vede anche la collaborazione di Nathan East al basso, Raphael Padillia alle percussioni, John Robinson ed Alfredo Golino alla batteria.

‘Malaterra’ contiene inoltre altri quattro classici della musica partenopea di sempre come ‘Guaglione’, ‘A Città e Pullecenella’, ‘O Surdato nnammorato’ e ‘Torna a Surriento’ insieme a cinque tracce inedite scritte ed interpretate da D’Alessio e capaci di fondersi perfettamente con le atmosfere dei grandi classici. I proventi del brano ‘Malaterra’ saranno devoluti per i prossimi 7 anni a Campania SiCura e saranno utilizzati per iniziative legate alla riqualificazione del territorio.

Malaterra è anche un docufilm diretto da Sergio Rubino e Ambrogio Crespi presentato in anteprima alla 61esima edizione del Taormina Film Fest 2015. ‘Malaterra il Docufilm’ racconta la realtà di parti del territorio campano, venuta alla ribalta anche grazie all’impegno della società civile ed alla dedizione delle forze dell’ordine.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember meLost your password?

Lost Password